Carrello

Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a 100,00 €

Hai un buono sconto? Ricordati di registrarti e passare dal Carrello per riscuoterlo.

Totale 0,00 €
MENU
L’impegno dello Yacht Club Italiano
il più antico club velico del Mediterraneo

Yacht Club Italiano il più antico club velico del Mediterraneo L’impegno dello Yacht Club Italiano

L’impegno dello Yacht Club Italiano

L’impegno dello Yacht Club Italiano

23 ottobre 2018

Cronaca di un settembre ricco di impegni e di riconoscimenti

A Salone Nautico terminato, con la stagione delle regate alle battute finali – l’ultimo appuntamento con gli studenti delle business school per la MBA’s Cup e la Coppa Poggi coincidono con il termine della regate ‘estive’ – proviamo a fare il punto sulle attività che hanno visto impegnato il Club e tutto il suo staff.

 


Yci e Salone Nautico
La serata di gala Ucina

Intanto il legame tra YCI e il Salone Nautico che si è rafforzato sempre più con una messa a sistema della collaborazione che ha iniziato a dare i suoi frutti, con l’inizio dato lo scorso anno dalla decisione di portare la Millevele in concomitanza del Salone di Genova.
 
A ciò si è aggiunta la grande serata di gala degli espositori del Nautico che, per la prima volta, ha scelto la nostra prestigiosa Sede per la tradizionale festa del venerdì. Questo ha consentito una enorme ottimizzazione delle risorse con l’allestimento del piazzale di levante per la serata di UCINA che abbiamo utilizzato anche per la serata successiva, durante il Crew Party della Millevele.

Al netto di tutto questo, le attività serali hanno visto il Club protagonista con oltre 500 ospiti per la serata del 22 settembre, e oltre 900 per il crew party del sabato 23.

Durante il Gala Dinner del Salone, numerose le guest star presenti a cominciare dalla conduttrice Tessa Gelisio che ha presentato la serata, Federica Pellegrini e Luca Dotto, Valerio Massimo Manfredi, i rappresentanti delle istituzioni come il Sindaco Bucci, il Governatore Toti e i tanti imprenditori della nautica, affascinati dalla bellezza della nostra sede e ancora di più durante lo spettacolo della suggestiva nebbia artificiale, organizzata da Siad, che ha ‘invaso’ il porticciolo.
 


Yci e Salone Nautico
Genova in Blu e manifestazioni collaterali

Tra gli eventi collaterali organizzati dal Club, anche il contributo YCI all’arredo di Galleria Mazzini, per l’intera settimana della manifestazione, con due nostre barche a guisa di installazioni  per celebrare così Genova in Blu, oltre ad una regata della nostra squadra Optimist (per l’occasione con le nuove vele fornite grazie al contributo del main partner Millevele Iren Servizi) nella darsena della Fiera a rallegrare il pubblico del weekend. E i nostri Mattei che hanno dato spettacolo sempre in darsena, testimonial assieme a Benedetta Di Salle, delle prossime World Series a Genova.

 

 


Yci e Salone Nautico
Lo stand Yci al Salone  

In tutto questo, lo staff YCI presidiava lo stand YCI - Millevele dove abbiamo ubicato una seconda segreteria per l’accettazione delle iscrizioni nonché come punto informativo delle attività del Club e la promozione dei corsi di vela che hanno riscosso notevole interesse.

 
 


 

Millevele

In questo contesto, l’avvicinarsi della nostra veleggiata, l’eco delle numerose presenze istituzionali e le numerose incombenze last minute, portano tutto il personale del Club a viaggiare a tutto vapore. La mattinata del sabato, a dispetto delle solite previsioni di vento leggero, un bel mare formato da scirocco e circa 15/18 nodi di vento accolgono la flotta dei regatanti, che per questa edizione sfiora nuovamente quota 200.

Doveroso segnalare il fine benefico della quota di iscrizione che è andato interamente a sostegno delle vittime del Ponte Morandi, con un risultato finale di oltre 10.700 euro raccolti e destinati a un piccolo, ma significativo, progetto di sostegno per i giovani.

La Millevele, con i suoi percorsi differenziati, sta acquistando nuova energia e popolarità, proprio per la sua formula di veleggiata, per la generosità dei suoi sponsor,  “IREN - Luce gas e servizi”, Main Partner e SLAM  – Event Technical partner, e per il Crew Party che quest’anno ha toccato la quota di oltre 900 ospiti.

La veleggiata è risultata un vero successo, qualche spinnaker a brandelli e la vittoria, per la sorpresa di pochi, della barca ‘istituzionale’ della regata, il Maxi Atalanta II di Carlo Puri Negri che per l’occasione ha sfoggiato un equipaggio delle grandi occasioni e, soprattutto, una grande bandiera di San Giorgio a poppa a sottolineare l’impegno del Club nei confronti della città ferita. Anche il grande Mauro Pelaschier a bordo di Crivizza, reduce dal suo periplo d’Italia, non ha mancato la Millevele, issando a riva la bandiera della sua città, Trieste. La differenza tra queste due imbarcazioni agli estremi di genere, il primo è un maxi di Bruce Farr di 80’, mentre la seconda, un magnifico sloop di 40 piedi in legno del 1966, ben sintetizza lo spirito della Millevele.

Notevole successo anche per la premiazione della domenica al teatro del mare all’interno del Salone, che ha visto una grande partecipazione del pubblico e cui hanno partecipato le istituzioni – sindaco in primis – e vertici di FIV e UCINA.
 


 

Serata One Ocean Foundation al Club. Il periplo di Mauro Pelaschier
 

A seguire, la serata di domenica 23  presso lo YCI, che ha visto la conclusione della parte a mare del periplo di Mauro Pelaschier a bordo di Crivizza.

Partito il 29 giugno dalla sua Trieste, l’ex timoniere di Azzurra in America’s Cup ha compiuto il giro di Italia per sensibilizzare il pubblico sull’urgenza della salvaguardia del mare.
Nel corso delle 12 tappe presso alcuni tra i più prestigiosi Yacht Club italiani, si sono radunate tante persone, non soltanto velisti, per ascoltare la testimonianza di un’icona della marineria italiana e informarsi sulle piccole azioni quotidiane che ciascuno può compiere per la tutela del mare. L’ultima tappa è stata proprio presso il nostro porticciolo ove è stato issato sul Gran Pavese di Crivizza il guidone bianco e rosso.

Alla serata hanno preso parte il Presidente Nicolò Reggio assieme al Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, Riccardo Bonadeo. Erano presenti l’Ammiraglio Pierpaolo Ribuffo, Comandante della Accademia Navale di Livorno e il Contrammiraglio Luigi Sinapi, direttore dell’Istituto Idrografico della Marina Militare. Nell’occasione, l’Istituto Idrografico ha illustrato i risultati della missione High North in corso di svolgimento che ha per scopo il monitoraggio e la raccolta dei dati sulla qualità delle acque e ghiacci nell’oceano Artico. Rosella Bertolotto, responsabile dell’Unità Tecnica Complessa Regionale dell’Arpal, ha svolto un intervento sul tema del monitoraggio delle microplastiche in mare. Al termine della serata Nicoletta Viziano, Presidente del Museo del Mare ha illustrato le finalità della Carta del Mare.


 

SDA Bocconi MBA’s Conference & Regatta – Santa Margherita Ligure

Terminati quindi gli appuntamenti legati al Salone di Genova, il testimone è passato alla regia operativa della 15ma edizione della SDA BOCCONI Conference & Regatta, o MBA’s Cup, che è tornata quest’anno nelle acque di Santa Margherita Ligure dal 27 al 29 Settembre con il numero record di partecipanti: 52 equipaggi in acqua divisi in 3 categorie che tradotto in numeri, ha significato quasi 500 studenti da tutto il mondo che si sono impegnati tanto nelle regate quanto a movimentare la vita notturna di Santa Margherita e Portofino.

Dal lato sportivo, il golfo si è rivelato abbastanza benevolo, sempre un po’ avaro di vento, ma in grado di regalare giornate quasi estive apprezzate da tutti ma soprattutto dai vincitori : Bocconi in classe Open e  gli spagnoli di Esade nella classe Off shore.

Proprio la sede estiva di Portofino, la sera di venerdì, è stata luogo di un cocktail per gli organizzatori dell’evento mentre il momento centrale della MBS’s Cup è stata poi la Conference quest’anno intitolata: The Role of the new Leaders for the Blue Economy: saving the Ocean for a Smart and Sustainable Growth organizzata in collaborazione con One Ocean Foundation all’Abbazia della Cervara per far conoscere a studenti e stakeholder di tutto il mondo istituzioni e aziende che ogni giorno si battono per la tutela delle terre sommerse, il 70% del pianeta. Con la moderazione di Maurizio Dallocchio, Full Professor of the Department of Finance at Bocconi University, si sono alternati gli interventi di Sandro Carniel, primo ricercatore del CNR, Daniele Moretti, caporedattore Sky TG24, Marco Tolentino Sr Director Sales, ADIDAS Italia.


Non è mancato naturalmente il saluto del Presidente Nicolò Reggio che ha sottolineato l’impegno di YCI in questa direzione e con le sue parole chiudiamo il racconto di queste due settimane di grandissimo impegno e di altrettanti risultati.
“Il mare che unisce’ sostanzia perfettamente l’impegno di YCI a mantenere una rotta etica nei confronti della nostra prima risorsa, il mare. Il nostro Club è stato il primo firmatario della charta e, da allora, si è attivato in un’opera di sensibilizzazione e di collaborazione con tutti i club collegati e nelle località interessate dalle nostre attività sportive. E’ fondamentale implementare la consapevolezza generale sulle problematiche che minacciano l’ambiente marino, dai cambiamenti climatici, all’acidificazione dell’acqua e l’inquinamento. Un deterioramento gravissimo verso cui non si può rimanere insensibili e che necessita dunque, del massimo impegno di tutti, noi per primi”.

Questi i tanti impegnativi, ma stimolanti eventi che chiudono una stagione sportiva e sociale fitta di impegni e soddisfazioni, preludio di un 2019 ancora più ricco di novità.